Cosa Sono I Bitcoin (BTC)?

Il 31 Ottobre 2008 una persona (o forse un team) sotto lo pseudonimo Satoshi Nakamoto ha pubblicato un whitepaper intitolato: “Bitcoin. A peer-to-peer Electronic Cash System / Bitcoin. Un sistema di trasferimento elettronico di denaro da pari a pari”. Il whitepaper è stato inviato a una mailing list criptografica, appena un mese dopo la banca di investimento Lehman Brothers ha dichiarato la più grande bancarotta nella storia degli Stati Uniti e il Governo ha autorizzato un salvataggio da 700 miliardi di dollari.

Pochi mesi dopo, il 3 Gennaio 2009, la rete Bitcoin è diventata operativa, introducendo un nuovo sistema di moneta digitale decentralizzata, senza un’autorità centrale (come potrebbe essere una banca o un intermediario di altro tipo). Il Bitcoin può essere trasferito rapidamente e in modo sicuro a chiunque disponga di un indirizzo Bitcoin (un account) in qualsiasi parte del mondo, senza bisogno di autorizzazioni o del pagamento di inutili tasse. In un cenno al contesto economico dell’epoca, la prima transazione includeva una nota riferita a un titolo di giornale di spicco: “The Times 03/Jan/2009 Chancellor on brink of second bailout for banks / Il cancelliere sull’orlo del secondo salvataggio per le banche”.

BTC è l’unità di valuta nel sistema Bitcoin, per il quale vi è una fornitura finita di 21 milioni. Ogni Bitcoin è divisibile in 100 milioni di satoshi (sats) – la più piccola unità di Bitcoin, come i centesimi per il dollaro. Proprio come il denaro contante consente di pagare e regolare una transazione istantaneamente, allo stesso modo funziona il Bitcoin, denaro elettronico che rende il pagamento un processo senza confini su scala globale costituendosi come valuta universale.

Bitcoin Come Funziona?

Per capire il Bitcoin come funziona, si deve partire dal denaro contante: in modo similare, anche il Bitcoin è conservato in portafogli, in versione digitale. Un portafoglio Bitcoin funziona come un conto bancario, archiviando fondi e fornendo la possibilità di effettuare transazioni con altri conti (chiamati account o indirizzi) nella rete peer-to-peer. Questi medesimi indirizzi permettono l’invio di fondi da un portafoglio a un altro in modo simile a come vengono inviate le email, ma in modalità completamente protetta, utilizzando un sistema di crittografia pubblica e privata.

L’hash per la crittografia a chiave pubblica produce l’indirizzo alfanumerico dei caratteri che si devono fornire per ricevere Bitcoin. La chiave privata, invece, è un tipo di password che permette di autorizzare le transazioni firmandole digitalmente, proprio come avresti firmato in passato le transizioni con carta di credito, proteggendo l’accesso non autorizzato ai fondi. Non condividere MAI la tua chiave privata -permette l’accesso a tutti i tuoi fondi nel portafoglio elettronico. Una volta eseguite tutte le procedure necessarie affinchè la chiave privata non venga mai compromessa, contrariamente al sistema bancario tradizionale, il sistema Bitcoin si rivela così sicuro al punto che ci vorrebbero miliardi di anni per decifrare un unico indirizzo.

Gli utenti possono aprire il loro portafoglio Bitcoin, inserire l’indirizzo pubblico di un destinatario e poi il portafoglio utilizza la firma digitale in chiave privata per autorizzare la transazione e tutto viene trasmesso alla rete per l’elaborazione. Inizialmente le transizioni vengono verificate e tenute in uno status pendente in quello che viene chiamato “mempool”, in attesa di essere confermate. Poi, ogni dieci minuti circa, le stesse vengono confermate in un blocco di transizioni, e insieme i blocchi formano la cosiddetta Bitcoin Blockchain.

Bitcoin Blockchain

Il grande balzo in avanti rappresentato dal Bitcoin è stato risolvere il problema della doppia spesa, inviando Bitcoin da un utente direttamente a un altro, senza terze parti. 

BitcoinBitcoin convertitore

Calcola il prezzo

EUR
swap
BTC

Immagina un gruppo di sconosciuti, ognuno con un blocchetto di indirizzi Bitcoin, saldi e transazioni. Uno degli sconosciuti trasferisce 1 BTC all’indirizzo Bitcoin di un altro. Anche il resto del gruppo registra quella transazione. Poi tutti confrontano i registri per assicurarsi che corrispondano.

Se tutti i registri corrispondono la transazione viene convalidata. Se uno dei registri degli sconosciuti è diverso, potrebbe significare che si sta tentando di ingannare il gruppo e spendere soldi che non si posseggono, o rispendere gli stessi soldi – fattore noto come il “problema della doppia spesa”. Nel mondo Bitcoin il problema si risolve con gli sconosciuti del gruppo che ignorano il registro che non corrisponde, rifiutando la transazione e passando alla successiva.

Ora, immagina questo sistema fatto di registri su una rete distribuita in tutto il mondo, ed ecco come funziona la tecnologia Bitcoin. Ogni computer node sulla rete ha una copia identica del registro Bitcoin che segna pubblicamente tutte le transazioni con pseudonimo, confrontando costantemente i registri per assicurarsi che corrispondano e mantengano un record permanente delle transazioni passate, dimostrando quali indirizzi possiedono quale quantità di Bitcoin. Con la Bitcoin Blockchain gli sconosciuti possono effettuare transazioni in tutto il mondo senza fiduciari o una costosa terza parte.

Chi sono i fondatori di Bitcoin?

Bitcoin ha consegnato la prima criptovaluta di successo al mondo, ma non è avvenuto da un giorno all’altro: è stato il risultato di decenni di progressi nella crittografia e nella storia del cypherpunk risalenti agli anni ’70, inclusi progetti come B-money, Bit Gold, Ecash e Hashcash.

Poi, nel 2006, la persona, o il gruppo di lavoro, con lo pseudonimo ancora oggi in uso di Satoshi Nakamoto, ha iniziato a scrivere il codice per questo nuovo sistema di denaro digitale, culminato con il whitepaper rilasciato nel 2008 e il successivo lancio in rete nel 2009. Diversi crittografi di fama come Hal Finney, Nick Szabo, Wei Dai e Adam Back sono stati citati come potenziali candidati Satoshi, ma tutti loro hanno sempre negato.

Satoshi ha continuato a collaborare con altri sviluppatori al progetto Bitcoin fino alla metà del 2010, prima di cedere il controllo del repository del codice di sorgente. Satoshi è stato anche autore di archivi di email e post sul futuro di Bitcoin prima di lasciare completamente il progetto nel 2011. Oggi centinaia di sviluppatori contribuiscono a Bitcoin all’interno di una comunità composta da milioni di utenti.

Cosa rende Bitcoin unico?

Bitcoin è un’innovazione zero a uno, che ha reso il denaro digitale peer-to-peer veramente possibile per la prima volta, un grande progresso tecnologico più di dieci volte superiore a tutto ciò che è venuto prima. Con Bitcoin è sempre possibile ulteriore innovazione, che di tanto in tanto si traduce in una “diramazione” del codice Bitcoin, permettendo la nascita di una criptovaluta completamente nuova basata su Bitcoin (ma che non potrà mai essere veramente Bitcoin).

Mancando una figura di rilievo o un’organizzazione centralizzata, Bitcoin non ha un singolo punto debole, fornisce un sistema veramente decentralizzato con un software che permette a chiunque di avere il controllo sui propri soldi e verificare in modo affidabile l’autenticità e la scarsità dei bitcoin che si ricevono.

Bitcoin è Antifragile, con l’Effetto Lindy dato dalla sua longevità che dimostra una capacità di sopravvivere anche in un ambiente ostile, fatto di insidie, dure controversie e divieti governativi. Con la fiducia e la familiarità accordata al marchio, l’effetto network Bitcoin spinge sempre più persone a considerarlo come una riserva di valore, incentivando in tal modo l’ingresso di nuovi partecipanti, aumentando l’utility da una base di utenti in espansione.

Che cosa conferisce valore a Bitcoin?

Proseguendo per capire cosa sono i Bitcoin, oltre alla sua decentralizzazione e agli effetti connessi alla rete, BTC presenta diverse altre caratteristiche che ne aumentano il valore. 

La sua offerta limitata di 21 milioni di BTC determina un livello di scarsità superiore alle merci tradizionali, in netto contrasto con le valute inflazionistiche a cui siamo abituati che possono essere stampate a piacere da un’autorità centrale, svalutandone il valore. Altra caratteristica del Bitcoin, ogni singola unità è intercambiabile, a differenza con le monete metalliche del passato.

Come l’oro, bitcoin è sufficientemente durevole per essere utilizzato nel tempo. A differenza dell’oro, Bitcoin è divisibile in 100 milioni di pezzi per BTC, con la caratteristica della portabilità che lo rende trasferibile nello spazio e nel tempo in modo efficiente. 

Infine, Bitcoin gode di una crescente fruibilità, nel senso che viene sempre più accettato da migliaia di aziende in tutto il mondo. Ecco perché si dice che opera come un mezzo di scambio oltre che come una riserva di valore destinato ad aumentare nel tempo.

Quante monete Bitcoin (BTC) ci sono in circolazione?

La fornitura complessiva di Bitcoin è limitata dal suo software ad un massimo di 21 milioni di BTC. Bitcoin non è stato pre-minato, quindi nessun bitcoin è stato coniato o distribuito prima che fosse disponibile al pubblico.

Nuovi bitcoin vengono rilasciati man mano nella rete attraverso un processo chiamato mining, dove i nodi speciali implicati nel processo di estrazione ricevono una ricompensa in Bitcoin per aver messo a disposizione della rete la potenza di calcolo (della propria macchina) necessaria per far diventare blocchi della blockchain le transazioni pending, così validate.

Al lancio di Bitcoin, la ricompensa al minatore era di 50 bitcoin per blocco, un numero ridotto nel tempo, per cui ci vorrà fino a circa l’anno 2140 per estrarre tutti i 21 milioni di BTC da estrarre. Come la ricompensa diminuisce nel tempo, la distribuzione è front-loaded, il che significa che la fornitura attualmente in circolazione è di circa 18,6 milioni di bitcoins.

Bitcoin Halving

Il Bitcoin Halving, o semplicemente Halving, è il processo in seguito al quale la ricompensa destinata ai miner per l’estrazione di nuovi blocchi della blockchain della criptovaluta viene dimezzata nel tempo. Ogni 210.000 blocchi che vengono estratti, o circa ogni quattro anni, la ricompensa viene dimezzata, il che significa che la nuova fornitura giornaliera di bitcoin aggiunti alla rete ogni giorno è ridotta della metà. L’ultimo evento di dimezzamento di Bitcoin, e terzo nella storia di Bitcoin, è avenuto l’11 maggio 2020, con la ricompensa di blocco ridotta da 12.5 bitcoin per blocco a 6.25. La prossima tappa è attualmente in programmata per marzo 2024. Ancora una volta, questa politica monetaria fissa e il programma di inflazione prevedibile sono in netto contrasto con quelli delle banche centrali di tutto il mondo.

Una volta completato il 32º dimezzamento, previsto per il 2140, la ricompensa passerà da 0,00000001 BTC a zero. Non ci saranno più nuovi Bitcoin e la fornitura totale di 21 milioni di BTC sarà stata raggiunta. A quel punto, i minatori Bitcoin faranno affidamento su commissioni di transazione di rete di sole spese per compensare la loro potenza computazionale.

Come la quantità di nuovo BTC estratto si riduce dopo un processo di Bitcoin Halving, si assiste a un aumento del prezzo (non sorprende dato l’andamento della domanda e dell’offerta). Sebbene ci siano molte dinamiche di offerta nel mercato e l’effetto dei futuri dimezzamenti potrebbe essere attenuato poiché la riduzione della nuova offerta BTC è minore, sembra che finora esso sia stato un fattore trainante dei tre principali cicli di mercato dei bitcoin.

Altri dati tecnici

I nodi completi sulla rete Bitcoin eseguono il software Bitcoin Core, applicando le regole e decidendo gli aggiornamenti futuri. Questi nodi informatici conservano una copia permanente delle transazioni passate e indirizzano i saldi, convalidano completamente tutte le transazioni e i blocchi Bitcoin, e trasmettono i dati ad altri nodi completi in modo che le transazioni in sospeso siano diffuse rapidamente in tutta la rete.

Chiunque può eseguire un nodo completo utilizzando attrezzature informatiche di base e scaricando il software gratuito Bitcoin Core. I nodi dovrebbero funzionare 24/7, quindi per motivi di sicurezza e per evitare di utilizzare la potenza di elaborazione richiesta e la memoria sul tuo computer, sono preferibilmente costruiti utilizzando hardware dedicati come un Raspberry Pi che controlla schede grafiche di fascia alta, o utilizzando un servizio di cloud computing. La diffusione globale di questi nodi consente la natura veramente decentralizzata della rete, con ogni partecipante che detiene e distribuisce la stessa copia del record di transazione e respingendo comportamenti dannosi grazie a una rete di almeno 10.000 nodi forti.

I light node aiutano a decentralizzare ulteriormente la rete, collegandosi ai nodi completi. Anche se contengono solo l’ultima parte della Bitcoin blockchain, piuttosto che mantenere un’intera copia. In realtà molti utenti sceglieranno di affidarsi a nodi gestiti da altre parti, come nel caso di scambi o fornitori di portafogli (wallet), anche se il numero di nodi indipendenti sta aumentando nel tempo.

Come viene protetta la rete Bitcoin? 

La rete Bitcoin è protetta tramite il mining, il processo che si occupa di proteggere le transazioni dai conflitti e introdurre nuovi Bitcoin nel sistema. Il mining di Bitcoin utilizza un meccanismo di consenso Proof of Work basato sull’algoritmo di hashing SHA-256.

I minatori utilizzano nodi minerari specializzati. Sono incentivati a fornire la potenza di calcolo necessaria per proteggere la rete grazie a ricompense a blocchi e commissioni di transazione, producendo blocchi di transazioni convalidate e aggiungendoli alla blockchain di Bitcoin.

I minatori usano la loro potenza computazionale in una sorta di competizione per produrre blocchi risolvendo calcoli complessi, la cui difficoltà è variabile e automaticamente impostata dal software Bitcoin. È noto come questo “aggiustamento della difficoltà” con la complessità dei calcoli aumenti o diminuisca ogni 2016 blocchi (pari a circa due settimane), a seconda della potenza computazionale complessiva distribuita sulla rete in quel momento.

Una volta che l’ultimo calcolo è risolto da un minatore è come aver vinto una sorta di “lotteria della rete” e si può produrre il blocco successivo. I minatori pubblicano il risultato come prova del lavoro e includono le recenti transazioni in sospeso che hanno aggiunto a un nuovo blocco per la blockchain Bitcoin. Tutto questo viene trasmesso ai nodi attraverso la rete per verificare che la soluzione del lavoro sia esatta e che le transazioni incluse nel blocco siano valide.

Quando un blocco viene risolto, le transazioni incluse mostrano come avere una conferma sulla rete, visibile sul software portafoglio e dagli esploratori di blocchi. Ogni blocco a seguire aggiunge un’ulteriore conferma. Dopo sei conferme, le transazioni si intendono confermate in modo irreversibile. In caso di conflitto, i nodi della rete Bitcoin considerano la catena più lunga insieme allo sforzo di lavoro più grande come quella vera e valida.

Come utilizzare Bitcoin?

Ora che abbiamo spiegato il Bitcoin cos’è, vediamo come usarlo: BTC offre diversi impieghi d’uso per individui diversi. Consente un metodo di pagamento alternativo e decentralizzato, al di fuori dell’ingerenza delle autorità centrali e degli intermediari, garantendo il controllo sul proprio denaro. 

BTC può essere utilizzato per la speculazione e gli investimenti in Bitcoin, offrendo un raro rischio asimmetrico che ha visto superare ogni altra asset class negli ultimi dieci anni. Bitcoin può anche costituirsi come una riserva di valore a lungo termine per proteggere i risparmi dal debasement di valute flat e la perdita di potere d’acquisto.

Bitcoin può offrire un’alternativa a trasferimenti internazionali costosi e lenti o spese di cambio esorbitanti. Può anche fornire un sistema finanziario alternativo per le centinaia di milioni di persone che hanno accesso agli smartphone ma non a un conto bancario.

Introduce un nuovo tipo di industria e di opportunità per le generazioni che producono reddito in Bitcoin e permette agli esercenti di prendere pagamenti elettronici diretti dai loro clienti, eliminando la minaccia di addebiti ed evitando le tasse di provider di pagamento – in tutto il mondo.

Come scegliere un portafoglio Bitcoin?

Il tipo di portafoglio Bitcoin che si sceglie probabilmente dipenderà dalle singole esigenze e da quanto è necessario archiviare.

I portafogli hardware come Ledger e Trezor, forniscono l’opzione più sicura con archiviazione e backup offline. Il portafogli hardware, tuttavia, sono un’opzione più costosa. Come tale, possono essere più adatti a memorizzare grandi quantità di bitcoin per gli utenti più esperti.

Anche se più convenienti, i portafogli software sono visti come meno sicuri di quelli hardware e più adatti a utenti Bitcoin novizi. 

Gli scambi e i portafogli online sono facili da usare, essendo accessibili su qualsiasi dispositivo con un browser web. Tuttavia, possono essere considerati più o meno sicuri. Così come ti fidi della piattaforma per gestire il tuo Bitcoin, allo stesso modo dovresti selezionare un servizio affidabile con una comprovata esperienza in materia di sicurezza e custodia. In quanto tali, sono più adatti per custodire piccole quantità o per trader esperti.

Una volta erano popolari anche i portafogli di carta, in quanto completamente offline. Sono difficili da usare, facili da danneggiare o distruggere, e non raccomandati se non per gli utenti esperti.

Bitcoin Mining

Bitcoin Mining è analoga a quella dell’oro, in quanto molti Bitcoin esistenti non sono ancora stati rilasciati sul mercato. Sfortunatamente, il tempo in cui i Bitcoin potevano essere estratti su un personal computer è finito da tempo, con i minatori che ora richiedono unità informatiche specifiche chiamate ASIC (circuiti integrati specifici dell’applicazione) e software di mining per fornire il livello di potenza di calcolo necessario per rimanere competitivi e redditizi.

A meno che non siano eccezionalmente importanti, i minatori combineranno anche il loro tasso di hash (prestazioni di elaborazione) in pool minerari cime Slush Pool per aumentare la probabilità di risolvere un blocco, condividendo i premi tra i partecipanti in proporzione alla potenza di calcolo che viene fornita.

Di conseguenza, emerge come l’estrazione di Bitcoin sia diventata difficile (anche se non impossibile) per i singoli minatori al di fuori di un ambiente industriale, a causa dello stato delle risorse energetiche, dello spazio e del capitale necessari per gestire grandi attività minerarie in rete. Alcune società minerarie offrono l’accesso alle loro operazioni fornendo opportunità di investimento minerario in cambio di una quota dei profitti. Una formula veramente adatta solo per l’investitore a lungo termine, considerata la periodicità stessa dei cicli di Bitcoin.

Bitcoin ATMs

I bancomat di Bitcoin sono macchine comode e familiari agli utenti per acquistare o vendere Bitcoin utilizzando contanti o carte di debito e offrono anche servizi aggiuntivi per i commercianti che li ospitano nelle loro sedi. Alcuni bancomat sono unidirezionali e permettono solo di fare acquisiti. Altri operano in modo bidirezionale, consentendo anche la vendita di Bitcoin.

A seconda del fornitore degli sportelli automatici, i clienti possono utilizzare i portafogli esistenti o configurarne uno utilizzando l’ATM. Sia che tu stia acquistando o vendendo Bitcoin, assicurati di ottenere una ricevuta dalla macchina, in caso di problemi.

Sebbene possano sembrare un’opzione costosa in termini di commissioni rispetto alle controparti online, con circa 14.000 sportelli automatici in tutto il mondo, la concorrenza e il continuo prendere piede dei Bitcoin ATMs dovrebbero ridurre le commissioni nel tempo. Questi chioschi forniscono anche un servizio essenziale per tutti coloro che non hanno accesso a un personal computer o a un dispositivo mobile.

The Bottom Line

Bitcoin sta innescando una vera rivoluzione monetaria e tecnologica, consentendo a chiunque di assumere il controllo del proprio denaro, escludendo i sistemi potenzialmente truccati delle autorità centrali e i costosi intermediari.

Dalla pioniera tecnologia blockchain, si sono susseguiti molti altri progetti di criptovaluta, pensati per soddisfare varie esigenze. Alcuni di essi nascono direttamente dalla modifica del codebase Bitcoin Core, come Bitcoin Cash (BCH). Altri sono costruiti da zero per utilizzare il concetto di blockchain in modo nuovo, come Ethereum (ETH). Direttamente o indirettamente, tutti i progetti successivi devono la loro nascita a Bitcoin, il primo ad aver innescato una rivoluzione delle criptovalute.  

Bitcoin (BTC) sta decentralizzando il denaro, proprio come Internet ha decentralizzato l’informazione. La tecnologia alla base di tutto ciò consente di inviare transazioni peer-to-peer ovunque nel mondo in modo sicuro, quasi in tempo reale.

Bitcoin rappresenta l’asset class con le migliori prestazioni dell’ultimo decennio, offrendo un rischio asimmetrico che ha permesso ai partecipanti di sfuggire alla svalutazione delle valute correnti e di proteggere i propri risparmi con un asset deflazionistico. Bitcoin è scarso, fungibile, durevole, divisibile e portatile, accolto positivamente in modo sempre più crescente. Presenta casi d’uso speculativi, di investimento e aziendali, conseguenze dei suoi crescenti effetti di rete ed è facile da usare come una qualsiasi app per smartphone.

Unisciti alla rivoluzione comincia oggi il tuo viaggio nell’universo Bitcoin.

Domande Frequenti Su Bitcoin

Come comprare Bitcoin?

Ci sono principalmente tre modi per acquistare Bitcoin:

Gli scambi di Bitcoin, come Kriptomat, piattaforme in cui puoi registrarti e creare un account, aggiungere il tuo metodo di pagamento e acquistare Bitcoin.

Gli sportelli automatici Bitcoin offrono un’altra opzione, per cui è sufficiente individuare un bancomat vicino, aggiungere le informazioni sul portafoglio o impostarne uno, verificare la propria identità e comprare Bitcoin.

In alternativa, puoi rivolgerti a venditori locali di Bitcoin o servizi peer-to-peer online per scambiare contanti o bonifici bancari con Bitcoin.

Come vendere Bitcoin?

Proprio come esistono tre modi principali per acquistare Bitcoin, allo stesso modo funziona per vendere bitcoin: utilizzando una apposita piattaforma online come Kriptomat, attraverso i chioschi di Bitcoin, rivolgendosi a venditori locali o servizi peer-to-peer online.

Il valore del Bitcoin

Diversi fattori influenzano il valore Bitcoin, incluso il livello di pressione dell’offerta da parte dei minatori, gli afflussi e deflussi di scambi, l’atteggiamento istituzionale, gli sviluppi tecnici, il ciclo delle notizie e la situazione economica in generale.

In definitiva, il prezzo del Bitcoin viene stabilito in un dato momento dall’acquisto e dalla vendita cumulativi di milioni di partecipanti in tutto il mondo. Puoi tenerti aggiornato sull’andamento dei prezzi tramite piattaforme come Kriptomat o uno dei tanti servizi di monitoraggio delle criptovalute esistenti.

Il prezzo corrente del Bitcoin è loading EUR.

Il volume di trading nelle 24 ore di BTC è loading EUR. Btc è attualmente classificato in riferimento a tutte le criptovalute per capitalizzazione di mercato totale, con una capitalizzazione di mercato di loading EUR. Ha una fornitura circolante di loading BTC.

Registrati ora per iniziare il tuo viaggio nel mondo di BTC e delle criptovalute con Kriptomat!

Se riscontri problemi o hai domande, non esitare a contattare il nostro team di Assistenza Clienti. Siamo sempre qui per aiutarti!